Vizi di Rifrazione in età Pediatrica: Miopia, Ipermetropia e Astigmatismo nei bambini

“Sottospecializzazione dell’Oftalmologia (Oculistica): Oculistica Pediatrica”

Perché molti bambini hanno bisogno degli occhiali da vista?

I motivi sono molteplici, molti dei quali sono diversi da quelli degli adulti. Infatti, poiché il sistema visivo di un bambino cresce e si sviluppa, specialmente durante i primi 6-7 anni di vita,  le lenti correttive hanno un ruolo cruciale per garantire un normale sviluppo della visione, che altrimenti può degenerare in un deficit visivo irreversibile. Le ragioni principali per cui un bambino può avere bisogno di occhiali sono:

  1. Per la terapia dello Strabismo.
  2. Per la profilassi e terapia dell’Ambliopia (volgarmente detto occhio pigro)
  3. Per la cura del vizio di rifrazione, ossia evitarne il futuro peggioramento.
  4. Ovviamente, per garantire una funzionalità visiva che consenta al bambino di espletare le proprie funzioni ludiche, scolastiche, sportive, ecc.

Come può essere diagnosticato un bambino, specialmente in età prescolare o in età da scuole elementari?

Un Medico Chirurgo Oculista (Medico Chirurgo – Specialista in Oftalmologia) può rilevare la necessità di terapie attraverso una visita medico-oculistica completa dell’apparato visivo. Di cruciale ed imprescindibile importanza, ai piccoli pazienti si somministra obbligatoriamente un collirio per rilassare i muscoli di messa a fuoco, in modo da ottenere una prescrizione medica accurata, altrimenti impossibile da ottenere. Usando uno strumento speciale chiamato retinoscopio, il tuo medico oculista può arrivare ad una precisa prescrizione. L’oculista allora consiglia ai genitori se c’è bisogno di intraprendere un percorso terapeutico per scongiurare lo sviluppo patologico dell’apparato visivo del bambino.

Quando il mio bambino mette gli occhiali con lenti terapeutiche prescritte gli si possono indebolire gli occhi? Potrebbe accadere che gli occhi non funzionino più senza le lenti, diventando di fatto dipendenti?

No. Anzi, il contrario può essere vero: se un bambino non indossa le lenti prescritte, lo sviluppo normale della vista può essere gravemente compromesso, diversamente da quanto accade nell’uomo adulto.

Quando bisogna fare le Visite Oculistiche ai bambini?

Sempre ed obbligatoriamente, cioè anche senza che vi sia un sospetto patologico:

  1. Alla nascita,
  2. A 3 anni,
  3. Appena prima di iniziare le scuole elementari a 6 anni,
  4. A 8 anni,
  5. Appena prima e dopo la pubertà con frequenza ravvicinata in quanto, così come l’intero corpo cresce e si modifica rapidamente, anche le strutture anatomiche dell’apparato visivo possono andare incontro a repentini mutamenti in senso patologico.
  6. Sempre secondo le prescrizione del Medico Chirurgo Oculista che si fa carico del percorso di cura delle patologie in età pediatrica.

Fonti: Accademia Americana di Oftalmologia (Oculistica) Pediatrica.